Chi siamo

Barolo e le langhe

Il comune che ha dato nome al “Re dei vini” si trova in Piemonte, nel cuore delle colline delle Langhe: fondi marini emersi dal mare in epoche diverse che hanno donato alle nostre colline forme e profili irregolari ed una composizione dei suoli originale ed esclusiva.

Il nome Langhe, infatti, è di derivazione celtica e significa “Lingue di Terra”.

Due sono le sottozone che sostanzialmente caratterizzano l’area di produzione del Barolo: una ad Est, del periodo Elveziano che risale a circa 14/16 milioni di anni fa e l’altra ad Ovest, un po’ più giovane, del periodo Tortoniano che risale a 7/11 milioni di anni fa.

Barolo sorge proprio al centro di queste due sottozone. Il suo nome significa “basso luogo” perché, sebbene collocato sulla sommità della collina che domina la valle verso Alba, è circondato da colline più alte che lo proteggono dalle perturbazioni e dall’eccessiva ventilazione.

Barolo e più in generale Le Langhe, sono collocati in un’area geografica particolarissima: protetta a Nord, a Ovest ed a Sud dalla catena montuosa delle Alpi, è caratterizzata da un ambiente con un’elevata biodiversità.
Il clima, quindi, è eccezionalmente favorevole alla viticoltura: temperato freddo continentale, caratterizzato da stagioni ben definite, consente alle uve di esaltare aromi particolarmente fini e intensi.